Muoiono come mosche

(Sexus, Henry Miller- 1949. Pag. 245/246)

Muoiono come mosche e rinascono; crescono e si moltiplicano; offrono al cielo preghiere e sacrifici, non oppongono resistenza, eppure nessun demone straniero riesce a estirparli dalla terra che nutrono con le loro scarne carcasse. Sono di ogni razza, di ogni condizione, di ogni colore della pelle, parlano tutte le lingue, praticano tutti i culti; crescono come erbacce e come erbacce vengon calpestati. Alzare il sipario anche sul più piccolo settore di questa vita che brulica, lascia la mente vacillante di incertezza. Alcuni sono come pietre dure, alcuni come fiori rari, alcuni come monumenti, alcuni come immagini fiammeggianti del divino, alcuni come menti incorporee, alcuni come verdure marce; fianco a fianco si muovono formando una folla sterminata, confusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...