More uxorio. La (mia) colonna sonora

di La bocca insonne

Ci sono testi che sembrano fatti appositamente per creare disordine, per far saltare le categorie, per violare i confini tra un genere e l’altro. Cos’ è infatti More uxorio? È difficile definirlo, perché, pur intraprendendo chiaramente la via della prosa, non rinuncia a nessuno degli utensili della poesia e dell’enunciazione drammatica. E la sua forza sta proprio in questo.   (Massimiliano Manganelli su More uxorio di Francesca Fiorletta.)

Questo libro non poteva essere descritto meglio. Nel mio piccolo, aggiungo, un bel giro di giostra, un banchetto ricco e colorato, un notevole oggetto letterario. Quella che segue è una playlist di canzoni ispirate dalla lettura di MU.

Grazie Fiorletta.

Badfinger – Baby blue

The jesus and mary chain – April skies

Eugenio Finardi – La canzone dell’acqua

Primal Scream feat. Kate Moss – Some Velvet Morning

Marlene Kuntz – Narrazione

David Bowie – Sound and vision

Cat Power – Cherokee

Nine Inch Nails – Survivalism

Field Music – A house is not a home

dEUS – Dream sequence #1

Pavement – Date with Ikea