s02e05 (A celebration)

Strette colonne di fumo si perdono verso l’alto. Gli incendi tra le strade della città sono ormai quasi spenti. Vederli accesi e scintillanti dall’alto della collina ci ha provocato un’euforia paradossale. Erano le nostre strade a bruciare, insieme alle nostre case e noi…

Una bottiglia di quello buono, da quassù, tra la nebbia che ci nasconde ma ci rende più insicuri. Senza una luce calda per riempire le notti insieme, da soli. Amico….mi senti? Un’orchestra d’archi sarebbe appropriata, in questo momento. Un insieme di note che portano le ultime ore del giorno nel nostro rifugio. Non doveva restare solo un uomo? Non doveva ricominciare tutto da capo? Non dovevamo tornare a respirare come nei primi anni di vita? Amico…sei in ascolto?

Amico..lo sai benissimo come me ne sono liberato: Non mi è mai piaciuto bere con le spie, quindi, aria, andare….

Il rumore di un fuoco spento è assordante almeno quanto lo erano le nostre parole davanti al futuro che aspettavamo e che si è sciolto nei nostri occhi lasciando solo qualche traccia quasi trasparente.

Amico…Che cosa vedi? Che cosa vedi?

Sarà dolce com’era dolce il giorno che hai imparato a nuotare, come se fosse veramente la prima volta.

[Morphine, Like swimming]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...