Dall’oscuro

(Dall’oscuro è un racconto che ho scritto nel 2010 per il concorso ‘300 parole per un incubo’, indetto dal sito scheletri.com)

Una luce rossa tagliò in due il cielo tenebroso.
Lasciò una scia vaporosa dietro sé.
«Che cos’era?»
«Non lo so ma tra poco lo scopriremo… stai dietro me.»
Il bosco si richiudeva alle loro spalle, man mano si inoltravano nell’imbuto oscuro creato da piante, fogliame e dalla velocità della loro corsa.Un odore denso e penetrante si avvicinava sempre più. Sbucarono fuori dal bosco, in una radura. Si bloccarono davanti a quella forma venosa e vaporosa, alta quasi quanto un albero. Vanessa cacciò un urlo che colse di sorpresa Claudio che sussultò, raccapricciato.
Nausea crescente. Rimasero immobili per qualche istante guardando quell’uovo gigante mutare forma rilasciando una sostanza melmosa color bile. Nuvole d’acqua in piccoli crateri sbocciarono su tutta la sua superficie. Vanessa si accasciò e vomitò. Claudio prese un sasso e trascinò la sua ragazza dietro un albero.
Lanciò il sasso verso quella strana creatura, senza prendere la mira, strattonò Vanessa e cominciarono a correre nell’enigmatico luogo sempre più buio.
Una presenza solida alle spalle.
La ragazza si sentì afferrare una caviglia dal basso, una presa molliccia che la trascinò indietro con violenza. Sassi e rami le strapparono la canottiera e la infilzarono in più parti.
Un senso di vuoto, mescolato a dolore profondo, fino alle ossa.
Un corpo indefinito e un’enorme bocca al posto dello stomaco. Strappò Vanessa alla presa del terreno facendole saltare tutte le unghie. Un urlo si perse tra le punte convergenti degli alberi senza riuscire ad uscire dal bosco.
Angoscia, come tempera nera, una pennellata, due, tre, fino a riempire la tela.
Il corpo di Vanessa, a pezzi. Una corsa sfibrante verso la luce.
Claudio arrivò alla fine del bosco e sbucò per strada.
Un urlo strozzato.
Muscoli legnosi, cadde sulle ginocchia, piangendo.
Vide decine di quei mostri saccheggiare case e negozi fino all’orizzonte.

Il sito

Fa.Ro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...