Pan Sonic – Gravitoni (2010)

La stagione del noise non è finita. Il rumore è un punto di vista, si diceva già tempo addietro. Lo abbiamo detto e ripetuto, il rumore è il futuro della musica, ed il recupero di esso dovrà servire al nuovo corso della dance, perché la nuova stagione della techno passi anche attraverso il recupero dei martelli pneumatici.

Qui i Pan Sonic tornano per un’ultima volta, a loro detta, per quello che suona come un epitaffio non desiderato, un capitolo nuovo nella storia del duo finlandese che riprende e ripercorre soprattutto gli inizi più spigolosi e le prime trame post-industriali di “Vakio” e “Kulma“. Il minimalismo che si spinge verso territori malsani, acciuffa lo streben della fredda notte del circolo polare artico e lo riposiziona sulle coordinate dell’anima, in un liquido pulsare di bassi, wobble proto-dubstep, drum machines secche, rigorose, denudate, che nel riverbero si moltiplicano e sciolgono.

L’astrattismo dei Pan Sonic, l’eclettismo dei Pan Sonic, il rigore e l’effluvio di ripetizioni in circolo, questo è e rimane il manifesto di un progetto capace di inondarci con il monolite di “Kesto“, nel 2004, con i suoi 234 minuti di follie, sperimentazioni ed esternazioni autolesioniste. Su quest’ultimo capitolo, “Corona” riporta a digitalizzazioni hardcore in chiave postmoderna, “Voltos Bolt” in apertura santifica il rhythmic noise di cui i Pan Sonic sono stati portatori sanissimi, “Wanyugo” è una bella bomba che mette dello ‘step nel solito mostro pachidermico per tachicardie all’incontrario. Il finale di “Pan Finale” concentra in sei minuti tutti gli elementi che hanno reso grande, a suo modo, questo progetto: il minimalismo, il noise, l’atmosfera. Da scoprire come fosse la prima volta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...