WordLab # 003

Anvil, liberaci dall’odore afrodisiaco della paura, amen.

Vorrei passare qualche giorno a casa tua, mi dice. eh?. Si, ho bisogno dell’atmosfera che c’è nel tuo appartamento…L’atmosfera che c’è nel mio appartamento? e che cazzo di atmosfera c’è nel mio appartamento? mi chiedo. E poi glielo chiedo. Senti che bello sto pezzo blues. Questa è la sua risposta. Guardo il display dell’autoradio. I’m not the one. (The Black Keys).

Dove mi stai portando, amico? se cosi ti posso chiamare…fuori dalla città, zona industriale, capannoni, sfondo tetro e la sensazione che quello che sto per vedere mi ferirà, mi infilzerà con un ago da uncinetto particolarmente appuntito…sensazione di pre-umiliazione. Caldo afoso, fiato corto, tu ti muovi al ritmo del blues e io mi sento disorientato, ti chiedo dove stiamo andando, ti parlo, non rispondi, mi sorridi e ti limiti a farmi capire, con espressioni del viso, che tra poco avrò la risposta che cerco. Mi ripeto che ogni cosa è importante e cerco di non perdermi neanche un dettaglio di ciò che mi giostra intorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...